• 3 le tappe, 3 le squadre - Gara #1

    Primo Rookie GT6-honda-jpgDopo la gara interlocutoria servita a stabilire i capitani delle squadre tenutasi con le Cadillac in memoria del compianto Robin Williams (Cadillac Man), si apre oggi ufficialmente il torneo 3x3: 3 le tappe, 3 le squadre.


    I capitani per le tre sfide sono risultati: @mrarchi per le "Tazze Volanti" (squadra rossa), @ISO77 per "Le Latrine 2" (squadra blu) e @BrubbyBu per lo "Sfigatellen Racing Team" (squadra gialla).


    Le tre squadre si presentano al briefing di riscaldamento pregara sul circuito del Nurbugring con le Honda Integra type R Touring Car per gli ultimi ritocchi al setup prima della gara, soprattutto per le wild-card ingaggiate per l'occasione al fine di completare la griglia di partenza, e per Giovy che ha approfittato fino all'ultimo secondo per stringere qualche bullone qua e là.
    Ai nastri di partenza per le prove cronometrate si presentano @ISO77, @GiovyLM, @Mahem3000 e la wild card @pekrun per la squadra blu, mrarchi, @PlaYAdoK, @Dedodefunto e la wild_card @toreee_92 per la squadra rossa, @BrubbyBu, @Stefano Tinca Bellardone, @Stefanvr778 e @bogher per la squadra gialla (al completo con la presenza in stand-by anche di @ondaquadra).
    Le prove pregara hanno dato indicazioni precise sulla strategia di gara: impossibile terminare senza un pit-stop da effettuarsi tra il 7° e 8° giro con il semplice cambio gomme senza rabbocco di carburante.


    Qualifiche.
    Sorvoliamo sui noti problemi di rete di GT6 che hanno rubato una fetta considerevole di tempo alla manifestazione e che hanno causato la rovinosa caduta della stanza aperta da Play ad un minuto dal termine, rendendo indisponibili i tempi ufficiali.
    Mrarchi, dopo aver danneggiato l'auto in uscita box a causa del cambio corto che lo pianta in mezzo alla pista, è costretto ad arrancare per guadagnare i box e rilanciarsi, riuscendo a conquistare con una "zampata" finale il secondo posto dietro a ISO. La seconda file è tutta blu con pekrun e Mahem. Terza fila per gli sfigatellen Brubby e bogher. Quarta fila per le due tazze volanti toreee e Dedo. Quinta fila per la latrina Giovy e la tazza Play. Chiudono il gruppo i due gufetti gialli stefan e tinca.


    Gara 1.
    Dopo molti tentativi, l'abbattimento a fucilate di un paio di playstation di mrarchi, troviamo finalmente in pekrun un host affidabile che consentirà il proseguimento della manifestazione senza ulteriori intoppi.
    Allo spegnimento dei semafori ISO e mrarchi si fanno sorprendere da mahem e pekrun che girano per primi al tornante Yokohama in fondo al rettilineo seguiti da ISO, Brubby e mrarchi. I duelli in pista si accendono subito ed il primo a farne le spese è tinca in fondo al gruppo che alla Dunlop curve si fa sorprendere da una frenata di Play per evitare un contatto con stefan e rovina tutto l'asse anteriore mentre Play si ritrova con la posteriore sinistra leggermente danneggiata. Poco più avanti pekrun pizzica l'erba in ingresso alla bit-kurve e si esibisce in un drift controllato che però gli fa perdere ben 4 posizioni e da primo che era si ritrova 5°.
    Giro 2.
    All'inizio del 2° giro il capitano ISO si riprende la prima posizione lasciando a mahem il compito di proteggergli le spalle dal capitano giallo Brubby. Un errore in uscita dalla Dunlop però gli costa la posizione ai danni di un impeccabile Brubby che non fatica a passarlo e a mettersi in caccia di ISO. Nelle posizioni di rincalzo pekrun ha il suo bel dafare per rintuzzare gli attacchi di ben tre "tazzine" che si danno il cambio nel tentativo di recuperare posizioni.
    Sorpasso e controsorpasso con dedo alla Yokohama, tentativo di toreee nella mercedes arena che lo rallenterà consentendo a bogher e Giovy di affiancarlo da entrambi i lati nella discesa verso la Valvoline-Kurve. Toreee riesse a spuntarla e a mantenere la 7a posizione. Alla NGK-Chicane dedo difende la traiettoria interna ma pekrun lo passa in velocità all'esterno. All'uscita però perde trazione e dedo si riprende la posizione. Dietro ne approfitta mrarchi che riesce ad affiancare pekrun alla CocaCola e a passarlo.
    Giro 3.
    Nel lungo rettilineo di arrivo mrarchi, sfruttando la scia di dedo, riesce a passarlo portandosi dietro anche pekrun che nella successiva serie di curve della mercedes arena darà del filo da torcere alle due tazine rosse dedo e toreee, riuscendo a tenersele dietro. Davanti ISO, Brubby e Mahem hanno già conquistato un gap sufficiente a farli girare senza pensieri sul loro passo gara. Dietro toreee cede la 7a posizione agli assalti di bogher all'uscita della Michelin mentre più avanti, alla NGK, pekrun passa mrarchi per la 4a posizione.
    Giro 4.
    Assalti a ripetizione al tornante Yokohama. Mrarchi si riprende la 4a posizione con il gioco delle traiettorie incrociate. Bogher, dopo una sequenza NGK-CocaCola perfetta riesce a prendere la scia di Dedo e prova a passarlo per tutta la Mercedes arena fino alla Valvoline: dedo chiude tutti gli spazi e diero toreee riesce a recuperare sulla coppia chiudendo il gap.
    Alla Michelin pekrun passa nuovamente mrarchi, mentre il gruppo di coda continua a darsi battaglia attaccando e difendendo contemporanemente.
    Giro 5.
    Mrarchi si riprende la 4a posizione alla staccata della Yokohama, ma inizia a sentire gli effetti di un cambio troppo corto che non gli consente di raggiungere la massima velocità e di sfruttare a modo la scia. Dalla 6a alla 10a posizione è una guerra di trincea tra attacchi all'arma bianca e difesa a porte in faccia: Play in 11a posizione rimane in attesa di qualche svarione per approfittarne senza colpo ferire. Sarà una attesa vana perchè a parte qualche piccola toccatina nel traffico, davanti a lui tutto si svolge nel massimo rispetto dell'avversario.
    Giro 6.
    Il giro successivo è una fotocopia del precedente. Davanti il terzetto di testa ha iniziato qualche timido tentativo di schermaglia, subito dietro mrarchi e pekrun continuano a scambiarsi la 4a e la 5a posizione, il gruppo degli inseguitori è sempre compatto e arrembante. Al termine del giro Play decide di anticipare la sosta di un giro per tentare il sorpasso ai box.
    Giro 7.
    Un piccolo errore di toreee nella Mercedes arena taglia il ritmo a dedo e Giovy, aprendo la porta a Stefan che passa dalla 10a alla 7a posizione. Dedo ne esce con la sospensione destra attaccata all'auto di Giovy e quella sinistra all'auto di Stefan: perde così anche la 10a posizione a favore di tinca che ha girato fino ad ora con entrambe le anteriori fallate.
    Alla apertura della finestra dei pit, nel trio di testa ne approfitta solo Mahem, mentre Iso e Brubby decidono per un giro in più. Anche mrarchi decide per lo stop posticipato mentre pekrun rientra. Degli inseguitori rientra bogher, stefan e dedo.
    Giro 8.
    Il balletto dei pit stop ha sgranato tutto il gruppo, concedendo una attimo di tregua soprattutto al gruppo degli inseguitori che ormai si davano battaglia senza soluzione di continuità curva dopo curva. Al termine del giro chiudono la serie di pit i concorrenti rimasti: Iso, Brubby, mrarchi, Giovy, toreee e tinca.
    Giro 9.
    Alla chusura della pit-line la situazione è leggermente cambiata. In testa il pit posticipato di Iso lo fa precipitare in 4a posizione preceduto da pekrun, Brubby e Mahem che conquista la prima posizione grazie ai box. Dietro anche bogher riesce a guadagnare 2 posizione mentre mrarchi ne perde 2 a fovore di pekrun (ora 3°) e bogher. Play risale fino alla 7a posizione mentre in coda si riforma il gruppo formato da Stefan(8°), Giovy(9°), toreee(10°), dedo (11°) e Tinca che dopo aver assaggiato la 6a posizione si ritrova nuovamente in coda al gruppo.
    Pekrun lascia sfilare il proprio capitano all'uscita della Dunlop e con 5 secondi di ritardo ISO può tentare la rimonta alla prima posizione persa nel gioco dei pit-stop.
    Giro 10.
    Il gruppo è completamente sgranato. Solo davanti Mahem e Brubby si danno battaglia per la prima posizione rubata al capitano blu. Brubby ci prova all'esterno della Yokohama al termine del lungo rettilineo ma Mahem tira la staccatona e nel gioco di incrocio traiettorie ne esce vincente constringendo ancora una volta Brubby ad inseguire. Stesso copione alla NGK ma questa volta il gioco di traiettorie favorisce Brubby che esce più pulito e può scaricare a terra tutta la potenza prima di mahem, arrivando nettamente in vantaggio all'ingresso della coca-cola.
    Giro 11.
    Grazie alla scia Mahem si riprende la posizione con una staccata al limite alla Yokohama ed il duello con Brubby si rinnova. Lo spettacolo offerto dal portacolori blu nei confronti del capitano degli Sfigatellen favorisce il capitano delle Latrine che in due giri ha già dimezzato lo svantaggio a 2.5 secondi. I primi due davanti, nonostante le gomme fresche, girano sul 2.03.5xx mentre il capitano blu fa segnare il best-lap con 2.01.119. Dietro, grazie ai distacchi guadagnati al pit, girano tutti sul piede del 2.02 segnando i loro best-lap, con Tinca in coda addirittura a 2.01.631. Solo Play con 2 giri in più sulle gomme gira sul 2.04.
    Dietro, mrarchi tenta l'assalto alla 5a posizione di bogher trovando finalmente fortuna alla Michelin-Kurve e transitatndo davanti a bogher all bit-Kurve. Dietro Tinca approfitta del suo stato di grazia e delle riparazioni ai box per passare Dedo alla Dunlop-kurve con una manovra esemplare: staccata all'interno ed uscita in accelerazione tutta sul cordolo esterno che non consente a Dedo di difendersi.
    Giro 12.
    Il cambio corto di mrarchi gli impedisce di allungare su bogher: le gomme più fresche però consetono di tenerlo a bada grazie ad una percorrenza migliore in curva. Stefan ha raggiunto Play e prova un primo approccio alla Yokohama ma la staccata all'interno non gli consente di chiudere la curva. Rimane però incollato al paraurti e porta Play all'errore al tornante Dunlop facendolo finire largo e consentendogli un agile sorpasso. Anche Giovy con gomme decisamente più fresche riesce a passare al staccata della NGK-chicane.
    Giro 13.
    Play riesce comunque a tenere impegnato Giovy lungo il rettilineo di arrivo e la Mercedes arena, consentendo al compagno di squadra delle latrine Toreee di ricucire il gap e cedendogli la posizione per consentirgli di attaccare l'8a posizione di Giovy. In testa alla gara, Iso è riuscito a riagguantare il duo di testa e alla Mercedes arena è già in 2a posizione sugli scarichi di Brubby. Iso sembra volare tra le curve del Nurbugring, perché, nonostante le gomme decisamente più consumate del suo avversario, dopo averlo tallonato per solo mezzo giro, lo svernicia in velocità ben prima della NGK-chicane: se è vero quello che dice la pubblicità al pit stop deve aver messo la RedBull al posto della benzina nella sua Honda perché sta letteralmente volando. Anche Tinca riesce a raggiungere Play che, con ancora 2 giri davanti, ha gia le gomme a 5 ed è costretto a cedere la posizione.
    Giro 14.
    Il duello per la prima posizione tra Iso e Brubby entra nel vivo mentre alle loro spalle le posizioni si cristallizzano. La sfida verrà giocata tutta sul filo delle scie. Alla NGK Brubby restituisce la sverniciata del giro precedente e si presente per primo sotto la bandiera bianca dell'ultimo giro.
    Giro 15.
    Iso sfrutta tutta la scia del rettilineo principale e passa per primo al tornante Yokohama. Bubby mantiene il contatto e alla discesa verso la Dunlop si riprende la posizione costringendo Iso ad una traiettoria esterna più lenta. Controllo dell'avversario da dietro e attacco di Iso alla salita verso la NGK. Staccatona di entrambi i piloti che percorrono tutta la NGK perfettamente affiancati. La traiettoria interna però favorisce Iso che alla Coca-Cola si trova nella traiettoria migliore: Brubby prova l'ultimo disperato attacco in accelerazione ma finisce 2° a una incollatura: solo 122 millesimi li separa al traguardo. Iso guadagna anche il best-lap con 2.01.119.
    Ultimo gradino del podio per Mahem che ha fatto buona guardia alle loro spalle.
    Primo Rookie GT6-gara1-jpg
    Spoiler:  


    Gara 2.
    La seconda manche si disputa con il sole appena sceso sotto l'orizzonte ed a griglia invertita. Primo giro molto impegnativo con i piloti in fondo alla griglia aventi un passo gara decisamente più rapido, intenzionati a sfruttare il più possibile le gomme fresche per non perdere secondi preziosi. Il tracciato adotta una scarsa illuminazione per cui presenta un grado in più di difficoltà, sopratutto nelle curve più buie. Il primo giro vede Play e Tinca, partiti dalle prime file, venire risucchiati verso il fondo mentre davanti Dedo, Giovy e Toreee riescono a difendere la posizione. Mrarchi guadagna 3 posizioni e si ritrova 4° seguito da tre latrine pekrun, Iso mahem e dallo sfigatelle giallo bogher. Tinca è scivolato fino in 9a posizione con Brubby alle calcagna seguito da Play e Stefan anche lui risucchiato sul fondo.
    Giro 2.
    All'inizio del 2° giro davanti c'è un terzetto di tazze volanti rosse con il solo Giovy a far da intruso seguito da un terzetto di latrine blu seguite a loro volta dagli Sfigatellen gialli al completo visto che Stefan è riuscito a sfruttare la scia e passare Play (ora 12°) sul rettilineo.
    Dedo e Giovy danno spettacolo lungo tutta la Mercedes arena ma finiscono a posizioni invariate. Dietro di loro la pattuglia blu non ha intenzione di dormire sugli allori e attacca senza indugi: Iso passa toree e si porta alle spalle del 3° posto di mrarchi mentre pekrun da del filo da torcere a Toreee he difende la sua 5a posizione. All'uscita dalla Schumacher le prime 7 posizioni vedono una alternanza perfetta tra suadra rossa e squadra blu con solo 3 sfigatellen gialli all'inseguimento poichè Stefan pizzica l'erba alla Ford e si intraversa riprendendo la corsa in ultima posizione.
    Giro 3.
    All'inizio del terzo giro Dedo e mrarchi sono in testa seguiti da Giovy, Iso, Toreee e pekrun. Quest'ultimo però a causa del buio sbaglia il punto di frenata e finisce dritto sul suo capitano che a sua volta butta fuori l'incolpevole Dedo, il quale finisce contro le barriere e qualche secondo dopo cade. Pekrun e il suo capitano sono costretti ad un giro di rientro creando non poco scompiglio nel gruppo che li segue.
    Giro 4.
    Con Iso e Pekrun ai box, mrarchi e Giovy riescono a costruire un piccolo gap seguiti da Toreee Brubby Bogher Mahem e Tinca. Il giro termina a posizioni sostanzialmente invariate con un doppio scambio tra Mahem e Tinca per la 6a posizione che si conclude alla Dunlop dove una bussata un po' troppo decisa spedisce Mahem sulla sabbia e costringe Tinca a fermarsi ad aspettarlo.
    Giro 5.
    La scia consente a bogher di passare il proprio capitano alla Yokohama per provare a recuperare i 3 secondi di svantaggio sui primi. Dietro Tinca, Play e Stefan si danno battaglia ma ha la peggio Play che nel tentativo di proteggere la posizione chiude troppo in uscita della Bit-kurve toccando Stefan e e finendo sulla sabbia.
    Giro 6.
    Con l'uscita dalla bagarre di dedo (caduto), Iso e pekrun (attardati per sosta forzata ai box), il gruppo si è completamente sgranato. Solo Toreee e Brubby sono ancora in contatto e animano la scena.
    Giro 7.
    Sitazione immutata in pista con solo Stefan che fa un'altro piccolo errore alla Ford consentendo a Play di guadagnare l'8a posizione. Dietro Iso recupera il gap a suon di giri veloci mentre pekrun rimane più attardato. E' giunto il momento del giro di valzer ai box: aprono le danze Giovy, Toreee, Brubby, Mahem, Play e Stefan.
    Giro 8.
    Al giro successivo chiudono la corsia box mrarchi, bogher e tinca. Iso e pekrun tenteranno la sorte cercando di far durare le gomme per 11 giri invece dei 7/8 previsti.
    Giro 9.
    Al termine del giro d pit-stop la situazione vede Iso in testa con 2 secondi di vantaggio su mrarchi, Giovy, bogher, toreee che con il pit è riuscito a mettere un paio di secondi fra se e Brubby, pekrun, Mahem e tinca. In coda Play e Stefan si danno battaglia per ... l'ultima posizione con continui sorpassi e controsorpassi.
    Giro 10.
    All'inizio del 10° giro Toreee fa segnare il best-lap con 2.01.525 approfittando della scia di bogher che deve così cedere la 4a posizione tre la Yokohama e la Mercedes arena. Davanti Iso deve già issare bandiera bianca e lasciare passare mrarchi alla Dunlop per cercare di preservare quel che gli resta delle gomme per i prossimi 5 giri. Anche pekrun deve abdicare lasciando la 7a posizione a Mahem. Alla NGK bogher si riprende la posizione su toreee mentre in uscita dalla Bit-kurve Play, nel tentativo di tenere il contatto con il paraurti di Stefan, si fa portare sulla sabbia perdendo secondi preziosi.
    Giro 11.
    Toreee si riprende la posizione nel rettilineo successivo sfruttando la scia ma non riesce a guadagnare spazio. Bogher lo tallona per tutta la prima parte del tracciato facendolo distrarre più volte. Alla Dunlop rompe gli indugi e costringe Toreee ad una traiettoria larga aprendo la porta anche a Brubby e facendogli perdere 2 posizioni. Nel tentativo di tenere il contatto con i due sfigatellen, chiude in anticipo la Coca-Cola e finisce con il toccare le barriere e rovinare la fiancata destra.
    Giro 12.
    Il capitano giallo si porta davanti al suo scudiero bogher per comandare la rimonta Giovy e Iso ma all'uscita della Bit-kurve finisce sull'erba cedendo cosi la 4a e la 5a posizione a bogher e toreee, il quale dovrà giocarsi gli ultimo 3 giri della partita con le armi spuntate a causa della toccata al giro precedente.
    Giro 13.
    Il 13° giro si conclude a posizioni invariate ma vede il capitano blu delle Latrine viaggiare oramai sulle tele: gni curva è un calvario ed il suo compagno di squadra riesce a recuperargli ben 3 secondi in un giro.
    Giro 14.
    Iso deve abdicare la 2a posizione a favore del compagno Giovy. Dietro Bogher riesce finalmente a guadagnare qualche metro su Toreee e Brubby che si danno battaglia per la 5a posizione. Iso perde inesorabilmente terreno e alla Dunlop tenta di difendersi da un irruento Bogher che lo manda sulla sabbia, lasciando strada libera ai due inseguitori Brubby e Toreee. Tinca riesce finalmente a raggiungere pekrun in profonda crisi di gomme e a guadagnare l'8a posizione.
    Giro 15.
    Alla bandiera bianca mrarchi si presenta da solo. Dietro Giovy ha compattato gli inseguitori bogher, Brubby e Toreee. Iso continua a perdere terreno e dovra cedere anche la 6a piazza a Mahem. Alla Dunlop sorpasso magistrale di bogher nei confronti di Giovy che conquista cosi la 2a posizione. Tinca dopo aver regolato pekrun riesce a raggiungere anche Iso che oramai sta girando sui cerchioni senza più tenuta laterale nè capacità di scaricare a terra la potenza.
    La bandiera a scacchi vede vincitore il capitano delle "Tazze volanti" seguito dallo "Sfigatellen" Bogher e dalla "Latrina" Giovy. Si ferma ai piedi del podio Brubby che ha dovuto fare i conti con un indomito Toreee 5°. Dietro alla spicciolata arrivano mahem, Tinca, Iso, pekrun, Stefan e Play.


    Primo Rookie GT6-gara2-jpg


    Commenti finali.
    La combo scelta dagli organizzatori si è rivelata molto divertente. La location sconta un po' la mancanza di illuminazione notturna ma non perde il suo fascino. Molti contatti in pista soprattutto nelle fasi con scarsa visibilità ma fondamentalmente ha dominato il fairplay.
    L'organizzazione ha anche diffuso i risultati non ufficiali con le Latrine in testa con 98 punti, seguiti dagli Sfigatellen a 90 punti. In ultima posizione le "Tazze volanti" con solo 60 punti che pagano un PlayAdok sempre in fondo alla classifica e la disconnessione anticipata di Dedo.


    Interviste dopo gara.
    Nel dopo gara siamo andati a raccogliere le impressioni dei protagonisti.


    Il vincitore di gara 1, ISO ci ha permesso di fare quattro chiacchere con il suo staff tecnico che ha condiviso con noi il setup della macchina del capitano delle Latrine.


    Primo Rookie GT6-setup-iso-nurbugring-hona-jpg


    Intervistato sull'episodio del tempo perso in gara 1 ai box (ben 5 secondi) e in gara 2 per il contatto con il suo scudiero pekrun, la risposta epurata da tutte le imprecazioni. i santi e le madonne conteneva solo qualche articolo sparso ed un paio di virgole che ritengo inutile riportare.
    Ha invece avuto parole di elogio per il capitano della squadra gialla degli Sfigatellen BrubbyBu per la correttezza e la competenza dimostrata in pista durante tutto il duello di gara 1.


    Il vincitore di gara 2, Mrarchi ci svela il retroscena del suo exploit.


    D:
    - Mrarchi cosa è successo all'avvio delle prove?


    R:
    - Durante le prove pre qualifica uscivo a passo d'uomo dai box, ma bastava una sfrizionata e andavo via tranquillo, per questo non mi sono preoccupato più di tanto.
    Tutto chiaramente causato da una prima marcia troppo lunga, che non mi faceva prendere almeno i 4000 giri in uscita, soglia minima per far si che il motore pompato della Honda prendesse coppia.
    In partenza dalle qualifiche invece, non avevo tenuto conto che avrei avuto altri drivers alle spalle che, uscendo dietro di me non potevano frenare quando da "trasparente" diventavo "cilindrabile" come dice Tinca, rimanendo coinvolto in un incidente.
    Uscendo "tutto-rotto" dai box, l'auto pur sfrizionando non ne voleva sapere di prender giri. Allora ho dovuto fermarmi e a freni tirati far salire di giri il motore per poter partire, ma chiaramente essendo "tutto-rotto" (praticamente un albero di natale N.d.R), fare il giro per poi rientrare ai box e riparare è stato un calvario.
    Fatto il tempo in extremis per partire in seconda piazza (il collega Iso l'ha definita la "Zampata Finale"), tra i cambi di host etc.. sono riuscito ad accorciare la prima, e di conseguenza anche la seconda e la terza per riequilibrare un pò la situazione.
    Morale, non avevo più il problema della partenza da fermo ai box, finalmente mi prendeva bene i giri!!!
    Però in gara 1 mi sono accorto di avere la sesta troppo corta, non avendo mai provato bene dietro a qualcuno nei test, e non ho pensato, da vero "niubbo", che con la scia potevo arrivare a limitatore.
    Infatti non ho potuto sfruttare mai in fondo le scie perchè a metà del rettilineo d'arrivo e anche quello prima della NGK-Kurve, dovevo mollare.


    D:
    - Come hai risolto il problema?


    R:
    - Problema finalmente risolto allungando leggermente le ultime tre marce nella pausa tra gara 1 e 2.
    Anche se poi non mi è servito perchè di scie in gara2 non ne ho vista neanche una avendo comandato la gara dall'inizio alla fine!!!!

    PlaYAdoK
    Commenti 9 Commenti
    1. L'avatar di BrubbyBu
      BrubbyBu -
      Epic! Complimenti Playa!
    1. L'avatar di Stefanvr778
      Stefanvr778 -
      Mitico PLAYA... Ho rivissuto la gara con le stesse sensazioni!!![emoji122][emoji122]
    1. L'avatar di Tinca
      Tinca -
      Tanto ma tanto love per @PlaYAdoK!
    1. L'avatar di pekrun
      pekrun -
      Bellissimo articolo, grande!
    1. L'avatar di Mahem
      Mahem -
      Questo sì che è scrivere!
    1. L'avatar di Mrarchi
      Mrarchi -
      Fantastico!
      grazie per il tempo dedicato e per averci fatto rivivere, solo con le parole, la serata!
      bravo
    1. L'avatar di ISO77
      ISO77 -
      mammamiaaa!!
      bellissimo!!
    1. L'avatar di pekrun
      pekrun -
      Grande!!!
    1. L'avatar di Dr. HaZaRd
      Dr. HaZaRd -
      grandi raga