• [GT-APEX] Nis-Sand

    -nis-sand-jpgPer il secondo appuntamento della "GT-APEX series", gli organizzatori ci hanno portato oltreoceano, nello storico tracciato californiano di Willow Spring.
    Questo famoso circuito collinare alle porte di Los Angeles compie 60 anni ed è stato inserito in GT6 per festeggiare un traguardo così prestigioso e dal 1996 è stato dichiarato "Sito di Interesse Storico" dallo Stato della California.
    La gara si svolgerà sul tracciato principale, denominato "Big Willow", che misura 2,5 miglia (4 kilometri), rimasto invariato nella sua configurazione iniziale ed è noto per le sue curve veloci e per i saliscendi che caratterizzano la superficie stradale.
    L'auto scelta per la prova è la Nissan R32 Touring Car con elaborazione libera fino a 560PP (con il solo turbo 1 concesso). Il fornitore di gomme inoltre ha messo a disposizione solo il compound "Corse medie" per tutta la manifestazione.
    Con questa configurazione le prove libere hanno indicato in 3 stint e 2 soste la soluzione migliore per coprire i 50 minuti della gara.


    Pochi i piloti che si sono fatti ammaliare dalle insidiose dune di sabbia del deserto californiano. Alla chiusura delle iscrizioni si contano solo 6 piloti in lista: KARMA996, Skull85, Stefano Tina Bellardone, MiracoleMile, GRIFONE e GiovyLM. L'organizzazione ha inoltre ammesso d'ufficio BrubbyBu e bogher mentre ha dichiarato fuori gara MiracoleMile per essersi presentato oltre il tempo massimo.


    A causa di un problema tecnico della squadra cronometristi, non sono disponibili i dati delle qualifiche. I tempi migliori sono comunque sul passo dell 1.13
    La pole è stata comunque conquistata da Skull.
    Visti i pochi partenti, e considerato che qualcuno ha preso la competizione un po' sottogamba arrivando impreparato alla linea di partenza, la gara non riserva particolari sorprese.
    Dopo circa un quarto della gara appare chiaro che tutto si gioca sulla regolarità e sul passo gara. Skull si dimostra ancora una volta un martello e si sbarazza del suo unico competitor Karma grazie agli errori dell'avversario e può tagliare vittorioso il traguardo davanti a Karma e Giovy.
    Brubby, quarto all'arrivo, paga l'impreparazione alla gara e la mancanza di regolarità che non rispecchiano affatto il suo potenziale: finirà purtroppo con un giro di svantaggio.
    Per il Tinca invece, iscrittosi per rompere finalmente il ghiaccio con una competizione ufficiale, risultato nullo: nel mezzo della gara la sua vodafone station a dato forfait costringendolo ad accontentarsi di vendere limonate a bordo pista.


    Interviste dopogara.
    Al termine dei 50 minuti siamo andati a raccogliere le impressioni dei protagonisti.


    Skull 1° classificato.
    D:
    Complimenti per la vittoria che sappiamo però essere frutto di un lavoro certosino più che della fortuna. Come ti sei preparato per conquistare questa ennesima vittoria?
    R:
    La conoscenza del tracciato ed il setup sono fondamentali per condurre l'auto al successo. In particolare per la gara ho scelto di rendere questa 4WD più sovrasterzante al posteriore in modo da aiutarmi ad affrontare al meglio le lunghe curve della pista rendendola il più simile possibile ad una FR.
    D:
    E per quanto riguarda il tracciato, cosa hai tirato fuori dal "cappello a cilindro"?
    R:
    Il tracciato non è molto lungo e sono solo 9 curve. Due sono gli aspetti fondamentali: le curve 4-5-6, dove bisogna cercare di mantenere una buona traiettoria e anticipare l'accelerazione nei punti ciechi, e l'ultima curva dove la giusta traiettoria è fondamentale per uscire a gas spalancato il prima possibile.


    Ringraziamo il vincitore che ci ha anche concesso di dare una "sbirciatina" ai suoi appunti per il setup e che pubblichiamo molto volentieri.
    -skull-setup-jpg


    Karma 2° classificato.
    D:
    Ottimo risultato ma 39 secondi al traguardo sono tanti. Come è andata?
    R:
    La macchina è stata fantastica ed il passo gara, grazie anche alle scie, era pressocchè identico a quello di Skull. Purtroppo mi sono rovinato la gara da solo, con delle piccole disattenzioni che mi hanno fatto perdere contatto con il battistrada ed ha reso la sua vittoria scontata.
    D:
    Ti sei consolato con il best-lap però. Se non sbaglio 1.12.9xx?
    R:
    Si, anche se pure quello è stato frutto di una disattenzione: a fine gara mi son trovato senza carburante ed ho dovuto fare uno splash-and-go. Con le gomme fresche e la macchina scarica sono riuscito a riguadagnare la seconda posizione su Giovy e a segnare il miglior tempo.


    Giovy 3° classificato.
    D:
    Gara improntata sulla regolarità e tu non ti sei fatto trovare impreparato all'appuntamento.
    R:
    Si è stata una gara divertente anche se l'aspetto più arduo è stato mantenere la concentrazione visto che il tasso di adrenalina era decisamente basso.


    PlaYAdoK.
    Commenti 1 Commento
    1. L'avatar di Mahem
      Mahem -
      Peccato per l'evento un po' in sordina... ci si rifarà coi prossimi eventi e campionati