• 100km GT3#2 - Tappa4

    Autodromo Nazionale Monza
    L'autodromo nazionale di Monza è un circuito automobilistico internazionale situato all'interno del parco di Monza. È il terzo autodromo permanente più antico al mondo, dopo quello di Brooklands (non più in uso) e quello di Indianapolis.
    Il tracciato brianzolo è il più veloce tra quelli iridati: il record assoluto del circuito è di 1'18"887 con una media di 264,362 km/h, la più alta di sempre, stabilito da Lewis Hamilton su Mercedes nelle qualifiche del Gran Premio d'Italia 2020. Tale tempo però non è considerato ufficiale perché non stabilito in gara.
    Il tracciato di Monza è un circuito estremamente tecnico dove è fondamentale un ottimo setup meccanico e in cui l'abilità del pilota in frenata è determinante, dal momento che nei 5793 metri del tracciato si contano ben quattro lunghi rettilinei dove le vetture di Formula 1 superano abbondantemente i 350 km/h. Per questo motivo deve essere affrontato con una macchina particolarmente "scarica" ed è noto tra gli appassionati come il tempio della velocità. Ciò obbliga i fornitori di carburante e lubrificanti a sviluppare soluzioni apposite per la tappa, addirittura nel mondiale di Formula 1 vengono progettate delle soluzioni aerodinamiche apposta per questo tracciato, unico nel suo genere.
    Presso il circuito è inoltre attivo un centro ricerche che sviluppa prodotti e servizi di pubblica utilità. Storicamente il circuito è stato utilizzato per lo sviluppo di asfalti speciali, i freni a disco, gomma runflat, i combustibili alternativi come gas, metano, bioetanolo. A Monza sono nati, tra gli altri: il guardrail e il trasponder che ha dato origine al telepass.

    In assenza di video, andiamo a scoprirlo nel dettaglio:
    Variante Goodyear (o variante del rettifilo): Si arriva lanciati lungo il rettilineo dei box, la frenata è violenta dopo il cartello dei 150 m: si passa dalla velocità massima, circa 275 km/h con le vetture gt3 più potenti, a soli 70-80 km/h in una manciata di secondi, si scalano le marce fino anche alla prima a seconda della rapportatura dell’auto. Qui è importantissimo non andare in bloccaggio per non compromettere il tempo sul giro. Si affronta uno strettissimo cambio di direzione destra-sinistra passando in modo aggressivo sul cordolo in entrata, si lascia scorrere la vettura nella parte centrale e la si conclude con una dolce progressione verso l'esterno in uscita.
    Curva Biassono (già curva Grande o Curvone): una lunga curva a destra dal raggio molto ampio. Vi si arriva in piena accelerazione dalla variante Goodyear cercando di mantenere una traiettoria pulita e precisa nonostante le sconnessioni dell'asfalto a centro curva.
    Variante della Roggia: si arriva a circa 250 km/h a questa veloce variante sinistra-destra dopo aver percorso in pieno la curva Biassono. Si frena appena prima del cartello dei 100 m fino in 1-2ª marcia, cercando di rimanere più largo possibile sulla destra per non perdere velocità in entrata e consentire un'ottima ripresa verso le due di Lesmo. La variante presenta cordoli molto alti e dissuasori di velocità all'interno della via di fuga, completamente asfaltata, per evitare vantaggi a chi provasse a tagliare eccessivamente la traiettoria.
    1° curva di Lesmo: si arriva in accelerazione dalla variante della Roggia, è una curva a destra da 3ª marcia di media velocità, con uscita cieca. Si cerca di frenare profondo nella curva per mantenere velocità nella parte centrale. Attenzione a non perdere il punto di corda nel centro curva, qui è facile uscire sulla ghiaia in sottosterzo.
    2° curva di Lesmo: seconda curva a destra di media velocità. Si frena al cartello dei 50m, si lascia scorrere l’auto toccando l'apice interno e si cerca la massima ripresa verso il lungo rettilineo che termina alla variante Ascari.
    Curva del Serraglio: è una lievissima piega a sinistra dal raggio estremamente ampio (oltre 600 metri) e in discesa. Il rettilineo incrocia nella sua parte finale il sottopassaggio della curva Sopraelevata Nord dell'anello di alta velocità.
    Variante Ascari: vi si arriva a quasi 270 km/h, si frena molto tardi cercando di mantenere velocità nella prima svolta secca a sinistra da 3ª marcia. Dopo la frenata si affrontano in rapida successione tre curve speculari sinistra-destra-sinistra che immettono sul rettilineo opposto ai box. In questo le auto con un buon setup meccanico possono guadagnare quasi 1 secondo. All'uscita dalla variante in 4ª marcia ci si porta al limite del cordolo esterno che delimita il tracciato e ci si lancia sul rettilineo verso la Parabolica. La velocità di uscita è fondamentale in questo punto per tentare un sorpasso.
    Curva Parabolica: nel rettilineo che conduce a questa lunghissima destra a raggio variabile si toccano i 250-260 km/h, quindi si frena dopo l'erba sintetica sulla sinistra al cartello dei 100 metri, si scala fino in 3ª marcia, si tocca l'apice in ingresso e si percorre il tratto finale in piena accelerazione scorrendo verso l'esterno e imboccando il rettilineo d'arrivo a velocità già molto elevate.

    Questo il teatro del 4° Round del campionato 100 Km Gt3 targato GTItalia.

    Classifica Campionato



    Storico Pilota più votato del Campionato!
    E' tempo per i piloti di rapportarsi col pubblico. Siamo stanchi dei soliti nomi in cima alle Classifiche! Chi è il pilota più INFLUENCER del campionato? A votarlo sarete VOI ogni settimana!

    Vota il milgior pilota di questa tappa nello Spoiler sotto questo Articolo!

    Riassunto Tappa 4
    Dopo lo stop forzato a causa del disastroso aggiornamento di Kunos della settimana scorsa con conseguente rinvio della Endurance di Silverstone a data da destinarsi, i piloti sono carichi e la frenesia di scendere in pista si fa sentire. Si contano ben 32 Iscrizioni! Dopo qualche defezione improvvisa si stabilisce che in stanza A saranno 17 piloti a scendere in pista mentre i restanti 13 si daranno battaglia in stanza B.A raffreddare, però, i bollenti spiriti sarà una fantastica ed innocente pioggerellina che cade sul circuito rendendolo bagnato ma non troppo; la strategia e l’intuito di ciascun partecipante sarà fondamentale
    Partiamo dalle prove libere.
    L’incertezza sulla combinazione assetto/pneumatici fa da padrona, e cominciano ad emergere anche nomi nuovi (finalmente) che in queste condizioni non se la cavano affatto male. Mentre alcuni riescono a guidare come se fosse praticamente asciutto, altri arrancano nelle retrovie senza riuscire a trovare una soluzione.
    Si passa alle qualifiche e la situazione non cambia con distacchi sui tempi abissali, distacchi che non eravamo più abituati a vedere almeno nel giro secco.
    La gara comincia con la solita fastidiosa acquetta che non cala e non aumenta. Come potrete immaginare la prima curva ha subito fatto le prime vittime, un gruppetto di auto che in amicizia fanno un assembramento poco piacevole. Davanti la lotta e il passo sono serrati, i primi 4 in poco più di 2 secondi cominciano a battagliare. Assisteremo ad errori sia davanti che a centro gruppo e i colpi di scena non mancheranno.

    Vi starete chiedendo perché non faccia nomi? Semplice. Perché per sapere tutto quello che è successo e come è andata a finire dovete guardarvi l’oramai immancabile live, commentata delle voci ufficiali GTItalia Tinca e Kapa! Quindi muoviti e vai sul canale Youtube o Twich a goderti lo spettacolo.
    E ricordati a fine gara di votare il sondaggio del pilota della serata, mi raccomando!
    Io invece vi do appuntamento alla tappa #5 Mercoledì prossimo a Misano, seconda ed ultima tappa italiana di questo avvincente campionato!

    Il Vostro SeoPanda



    Podio Stanza A



















    APRI LO SPOILER E VOTA IL PILOTA DELLA GIORNATA!!!!
    Spoiler:  

    ​SE NON RIESCI A VOTARE TRAMITE FORUM, CLICCA QUI
    Commenti 12 Commenti
    1. L'avatar di Makmonza
      Makmonza -
      Fantastiche!!!!!!
    1. L'avatar di Oms2WM
      Oms2WM -
      Mak, il mio cervello le ha lette con la tua voce!
    1. L'avatar di Ray77
      Ray77 -
      Beh che dire? Al solito la redazione di Gtitalia si è superata anche stavolta!
      I meriti vanno in particolar modo ai redattori @Makmonza @Phra @SeoPanda @sasi897 e @lore28ma ...
      Bravissimi, continuiamo così
    1. L'avatar di bolobolo81
      bolobolo81 -
      Fantastici come sempre. Bello vedere il proprio nome nella cima dell'Olimpo in stanza B ��
    1. L'avatar di Antoniodangelo90
      Antoniodangelo90 -
      Spettacolo. Grazie per il lavoro ragazzi
    1. L'avatar di Rudy
      Rudy -
      Grandissimi
    1. L'avatar di Exsocio
      Exsocio -
      Pagelle spettacolari! Sono MORTO dalle risate ������
    1. L'avatar di Makmonza
      Makmonza -
      Citazione Originariamente Scritto da Oms2WM Visualizza Messaggio
      Mak, il mio cervello le ha lette con la tua voce!

      FEEGA!!! VANNO LETTE COSI'... TOP DI GAMMA!!!
    1. L'avatar di VinMay
      VinMay -
      ragazzi sappiate che il titolo DT man non lo lascerò cosi facilmente... ne vado pure fiero!!!

      stupende ste pagelle, bravissimi!!!!
    1. L'avatar di SeoPanda
      SeoPanda -
      Citazione Originariamente Scritto da Ray77 Visualizza Messaggio
      Beh che dire? Al solito la redazione di Gtitalia si è superata anche stavolta!
      I meriti vanno in particolar modo ai redattori @Makmonza @Phra @SeoPanda @sasi897 e @lore28ma ...
      Bravissimi, continuiamo così
      Ci sei anche tu! @Ray77
    1. L'avatar di Ray77
      Ray77 -
      Citazione Originariamente Scritto da SeoPanda Visualizza Messaggio
      Ci sei anche tu! @Ray77
      Lo so Seo, ti ringrazio
      ma stavolta ho partecipato poco o niente, quindi i complimenti vanno a voi, per il tempo e l'impegno che avete dedicato, come sempre del resto.
    1. L'avatar di Phra
      Phra -
      Bravi tutti ragazzi, e bravi anche i piloti che ci danno sempre materiale su cui lavorare